Gazzetta alla mano e telefono che squilla: il calciomercato di Pantaleo Corvino inizia da Firenze

Del 25 Novembre 2022 alle ore 04:41Il direttore generale del Lecce è stato avvistato e “catturato” ieri da un lettore di Sportzine sull’aereo Brindisi-Pisa

La sosta per i Mondiali è da poco incominciata e la Serie A, come la maggior parte dei campionati interni, si è fermata per permettere ai giocatori convocati in Nazionale di rispondere alle chiamate dei propri ct. Pertanto, dirigenti, procuratori e calciatori non interessati in questo ambito sono già al lavoro in vista della prossima sessione di calciomercato.

 

È il caso anche di Pantaleo Corvino, direttore generale dell’area tecnica del Lecce che ieri è stato avvistato all’aeroporto di Brindisi e successivamente sull’aereo diretto a Pisa. Guardando alcuni scatti “rubati” che ha catturato un lettore di Sportzine, si potrebbe dedurre che il viaggio sia a scopo lavorativo. Il condizionale è d’obbligo in quanto il dirigente salentino ha vissuto una bellissima parentesi della sua carriera in terra toscana nelle vesti di direttore sportivo della Fiorentina.

Nelle foto, infatti, si vede Corvino con “La Gazzetta dello Sport” sulle gambe e impegnato al telefono con, chissà, magari qualche procuratore.

Se poi si aggiunge che nelle ultime ore stanno circolando alcune foto sui social che vedono il dirigente salentino in buona compagnia, nello specifico con l’allenatore del Lecce, Marco Baroni, tutto parrebbe tornare.

Il Lecce quindi, che si ritroverà martedì 29 novembre per la ripresa degli allenamenti, è già operativo in ottica mercato per portare in Salento i rinforzi adatti per chiudere al meglio il campionato di Serie A 2022/2023. Come confermato da Corvino stesso negli scorsi giorni, il primo obiettivo resta Edoardo Bove, giovane centrocampista della Roma, finito ai margini del progetto di Mourinho.

Filippo Milanese

Sportzine

Sportzine

L’articolo Gazzetta alla mano e telefono che squilla: il calciomercato di Pantaleo Corvino inizia da Firenze è già apparso su Corriere di Puglia e Lucania.

Lascia un commento