Qatar 2022, crolla la Germania: Spagna a valanga, Belgio aiutato dall’arbitro

Niente Italia, ma un Mondiale resta un Mondiale. Tra polemiche e dissidi il fascino che una competizione del genere può regalare è sempre lo stesso. Pura passione che scorre nelle vene dei supporters più sfegatati, che restano incollati al televisore dalla mattina alla sera per godersi i più grandi campioni del mondo scendere in campo e sfidarsi a suon di giocate. Nella quarta giornata di questo Mondiale sono andate in scena le quattro gare dei gruppi E e F. Germania e Spagna hanno sorpreso: la prima in negativo, la seconda in positivo. Il Belgio si conferma la solita certezza. Marocco e Croazia non si fanno male a vicenda. Andiamo ad analizzare, in sintesi, le partite che si sono disputate in giornate.

Marocco 0-0 Croazia, Gruppo F, ore 11.00

Marocco e Croazia non si fanno del male a vicenda. Modric e compagni ci provano, ma la corazzata africana tiene botta, rendendosi pericolosa con i suoi migliori giocatori. Prima Perisic, poi Vlasic e Modric… Le occasioni di certo non mancano per i craoti, che però non riescono a insaccare. Primo tempo della squadra di Dalic, poi il Marocco cresce sull’asse Ziyech-Hakimi. Mazraoui sfiora il gol in tuffo di testa, ma Livakovic si oppone. Hakimi tenta la cannonata da fuori direttamente da punizione, ma nulla da fare. Porte stregate e risultato obbligato sullo 0-0. Di spettacolo se ne è visto, ma i gol non sono arrivati.

Germania 1-2 Giappone, Gruppo E, ore 14.00

Argentina-Arabia Saudita 2.0. Questo pomeriggio è andata in onda la seconda puntata di una serie che vede come protagonista le squadre sfavorite sulla carta. Tedeschi avanti su rigore con Gundogan proprio come l’Albiceleste con Messi, ma nel secondo tempo cambia tutto. Due giapponesi “tedeschi” ribaltano il risultato. Doan del Friburgo e Asano del Bochum mandano in crisi la nazionale guidata da Hansi Flick. E pensare che la Germania poteva raddoppiare ancora con il centrocampista del Manchester City: maledetto palo. Poi se ci si mette pure Gonda a sfornare miracoli… Dal 72′ in poi solo Giappone. Prima un’occasione sprecata sotto porta, poi il gol del pareggio, firmato Doan. A chiudere definitivamente i conti Asano.

Spagna 7-0 Costa Rica, Gruppo E, ore 14.00

Keylor Navas si sognerà ogni giocatore della Spagna questa notte. Che incubo. Praticamente hanno seganto tutti… Apre le danze Olmo, raddoppia Asensio su assist di Jordi Alba. Poi si infiamma Ferran Torres, autore di una doppietta: un gol realizzato su calcio di rigore, l’altro in girata con il mancino in stile Giroud nel derby. Un Gavi tuttofare inventa e crea occasioni da rete. Tutto passa per i suoi piedini fatati. 18 anni e non sentirli. Ha testa il ragazzo, ma non solo quello. Il gol del 5-0 lo realizza proprio il classe 2004, colpendo il pallone con il collo del piede destro. Palo, rete. Assist di un Morata assetato di gol come un vampiro lo è di sangue. Entra nel tabellino anche Carlos Soler, ma a chiudere la goleada è proprio Morata, che esulta come avesse sbloccato il match. Quanta voglia, ma che bel gioco… Le dirette Twitch di Luis Henrique avranno qualcosa di magico. Costa Rica succube di una Spagna troppo forte. Nota lieta l’ingresso in campo di Bryan Ruiz, il purgatore dell’Italia ai Mondiali del 2014.

Belgio 1-0 Canada, Gruppo F, ore 20.00

Partita combattuta tra il Belgio e la nazione ospitante di Bernardeschi e Insigne. Alphonso Davies si fa ipnotizzare dal gigante Courtuois dal dischetto al 10′ del primo tempo, poi lo stesso portiere del Real Madrid, qualche minuto più tardi, respinge su un siluro di Johnstone. Verso la fine del primo tempo il Belgio si porta in vantaggio con Batsuhayi. Il numero 23, servito in profondità da un lancio lungo di un difensore, spedisce con il mancino la sfera alle spalle di Borjan. Canada intraprendente: ci prova fino all’ultimo senza creare troppe occasioni. Alla fine il risultato è di 1-0, con il Belgio che si porta a casa tre punti fondamentali. Faranno discutere i due episodi dubbi che hanno portato l’arbitro a non concedere i penalty ai candesi.

Questa la programmazione per la giornata di domani:

Svizzera-Camerun, Gruppo G, ore 11.00
Uruguay-Corea del Sud, Gruppo H, ore 14.00
Portogallo-Ghana, Gruppo H, ore 17.00
Brasile-Serbia, Gruppo G, ore 20.00

The post Qatar 2022, crolla la Germania: Spagna a valanga, Belgio aiutato dall’arbitro first appeared on Triveneto Goal.

Lascia un commento