Macron preso con le mani nella marmellata! Indagato ufficialmente per finanziamento illecito dell’ultima campagna elettorale

Tegola giudiziaria sul presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron. Il capo dell’Eliseo è finito nel mirino dei magistrati. Secondo il quotidiano Le Parisien, sarebbe indagato con le accuse di «favoritismo» e «finanziamento illegale della campagna elettorale» in relazione al voto del 2017. In particolare, la Procura nazionale finanziaria ha incaricato tre giudici istruttori affinché facciano luce sulle condizioni in cui sono stati assegnati alla società americana McKinsey alcuni contratti pubblici per «importi colossali».

Le indagini – aggiunge Le Parisien – riguardano le condizioni di assegnazione di alcuni contratti pubblici con importi colossali alla società di consulenza McKinsey. Le Parisien, che parla di informazioni confermate dalla Procura nazionale finanziaria (Pnf), aggiunge che una seconda inchiesta giudiziaria riguarda accuse di favoritismo e occultamento di favoritismo ed è stata aperta il 21 ottobre.

Lascia un commento