Renzi sfida Berlusconi in centro. I malumori del Pd

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, sfida Silvio Berlusconi nel collegio del centro di Milano per il Senato. E dice che sarà un confronto «divertente». Malumori in casa del Pd locale, intanto, per le candidature decise a Roma da Enrico Letta.

Renzi contro Berlusconi in centro a Milano per il Senato: «Divertente»

Spiega infatti Renzi (foto Lapresse), ospite di “Non stop news” su Rtl 102.5: «Sarà molto divertente e utile per i cittadini che potranno riflettere su quale è la strada più giusta per il futuro, sulle tasse, sulla politica estera, sul costo dell’energia… quando c’è confronto va sempre bene, l’importante è che ci sia civiltà».

Malumori nel Pd per le candidature: si sfoga il consigliere Nahum

In casa del Pd, l’ex casa di Renzi, intanto, si esprimono a livello locale diversi malumori per le cadidature decise in vista delle imminneti elezioni politiche. Il consigliere comunale Daniele Nahum, sui suoi canali social, infatti dice: «È stato assurdo non candidare né Maran, né nessun altro del Comune, presentando peraltro nel collegio del Senato in bilico un parlamentare di Bergamo. Tutto questo denota la scarsa attenzione nei nostri confronti». Il Pd, per Nahum, «è riuscito a fare liste peggiori di Renzi nel 2018. Sul nostro territorio – e dappertutto – ha confermato l’esistente. Come eletti di Milano avevamo dimostrato una straordinaria comunione di intenti, chiedendo che dopo tre vittorie un rappresentante di Palazzo Marino potesse rappresentarci a Roma. Sono state fatte fuori deputate e deputati che si sono battuti per i diritti per gente come Casini, un personaggio pare ora fondamentale dopo che è stato un pilastro dell’epoca berlusconiana. Non ho davvero parole».

I candidati del Pd in Lombardia e l’esclusione dell’assessore Maran

I vertici del Pd milanese e lombardo – Silvia Roggiani e Vinicio Peluffo – l’ex presidente del partito Gianni Cuperlo, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, la capogruppo alla Camera Simona Malpezzi sono alcuni dei “big” del Pd candidati alle prossime politiche nei collegi della Lombardia, accanto ai nomi di punta del segretario Enrico Letta e dell’economista Carlo Cottarelli. Nelle liste lombarde trovano posto anche Alessandro Alfieri, Franco Mirabelli, Antonio Misiani ed Emanuele Fiano, mentre resta fuori l’esponente della giunta Sala Pierfrancesco Maran nonostante il pressing dei consiglieri e degli assessori comunali milanesi per portarlo a Roma. Il segretario Letta (candidato anche in Veneto) è capolista alla Camera dei deputati nel collegio Lombardia 1 (Milano, Monza e Brianza), seguito da Lia Quartapelle, Gianni Cuperlo ed Elena Carnevali. Nel listino proporzionale corrono anche la segretaria del Pd Milano Metropolitana Silvia Roggiani e l’ex vice ministro dell’Interno Matteo Mauri. Il segretario del Pd lombardo Vinicio Peluffo è capolista nel collegio Lombardia 3 (Bergamo, Brescia) dov’è in corsa anche il consigliere regionale Gianni Girelli. Sempre nel proporzionale si candida il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, capolista nel collegio Lombardia 4 (Lodi, Pavia, Cremona, Mantova), dove è presente anche la consigliera del Pirellone Antonella Forattini. Per quanto riguarda il Senato, il nome forte è quello dell’economista Carlo Cottarelli, candidato sia per il proporzionale sia per l’uninominale a Cremona. Nel proporzionale confermate le ricandidature di Alessandro Alfieri, della capogruppo Simona Malpezzi e di Franco Mirabelli mentre tra le new entry figura l’ex assessore del comune di Milano Cristina Tajani. Nell’uninominale ci sono il vice ministro dell’Economia Antonio Misiani a Milano ed il parlamentare Emanuele Fiano a Sesto San Giovanni, mentre a Cologno Monzese dovrebbe correre Tommaso Nannicini.

L’articolo Renzi sfida Berlusconi in centro. I malumori del Pd proviene da MetroNews.

Lascia un commento