Santa Teresa piange suor Teresa Galassi: “Una presenza silenziosa accanto ai malati che faceva la differenza”

Accanto ai malati, con poche parole ma una presenza che lasciava il segno. Era così suor Teresa Galassi, religiosa della Piccola Famiglia di Santa Teresa del Bambin Gesù, morta ieri all’ospedale di Ravenna nel giorno dell’Assunta.

Suor Teresa è nata a Brisighella ed, entrata nella Piccola Famiglia da giovane, si è dedicata da subito agli ammalati. Infermiera di formazione, ha prestato servizio all’Opera fondata da don Angelo Lolli a Ravenna e anche nella Casa di riposo di Sant’Alberto fino al 2014 quando, con l’apertura di Santa Teresa a Faenza si era trasferita nella struttura faentina “per il servizio liturgico e pastorale agli ammalati ma anche ai poveri perché lì è stato possibile fare una convenzione per recuperare le eccedenze alimentari della struttura: e lei di occupava proprio della redistribuzione”, spiega suor Anna Morandi, superiora delle suore di Santa Teresa.

“Aveva 85 anni – prosegue – ma ha fatto servizio fino all’ultimo con una presenza silenziosa e laboriosa, fino al luglio scorso quando si è dovuta sottoporre a un intervento di sostituzione della valvola cardiaca e poi è subentrata un’infezione e anche il Covid. È stata una sofferenza per noi non poterle stare accanto negli ultimi giorni”.

Una presenza che però lasciava il segno, spiega suor Anna: “Anche dall’Ausl, in questi giorni, in tanti mi hanno parlato di lei e di quanto mancasse, perché suor Teresa riusciva a consolare e ad aprire alla speranza”. Importante anche l’assistenza nel reparto Bambini di Santa Teresa e l’assistenza ai familiari dei malati nella struttura Oasi.   

Il funerale sarà celebrato domani alle 15 nella chiesa dell’Opera Santa Teresa dall’arcivescovo di Ravenna-Cervia, monsignor Lorenzo Ghizzoni.

L’articolo Santa Teresa piange suor Teresa Galassi: “Una presenza silenziosa accanto ai malati che faceva la differenza” proviene da Risveglio Duemila.

Lascia un commento