Nyt: il fondo ValueAct al 7%. E chiede un nuovo approccio spingendo sul digitale

Possibili cambiamenti in vista nel Cda del New York Times. L’hedge fund ValueAct ha annunciato di aver acquisito una quota del 7% nella società editrice del quotidiano. Il fondo, con base a San Francisco, ha chieso al gruppo di aumentare le vendite digitali spingendo gli abbonati verso pacchetti di prodotti più costosi.

“Le nostre ricerche indicano che i lettori e gli abbonati sono interessati in pacchetti di prodotti e sarebbero disposti a pagare di più per averli ma non sanno neanche se l’offerta esiste”, ha commentato ValueAct, che, comunicando la sua partecipazione, ha anche segnalato l’avvio di discussioni con l’editrice per l’evenutale partecipazione di un suo rappresentate nel Cda.

Un posto in Cda

Il board dell’editrice è composto di 13 membri, 9 dei quali legati alla famiglia Ochs-Sulzberger, azionista di maggioranza. Il fondo potrebbe ottenere uno dei quattro posti rimanenti.Secondo quanto segnalato da Reuters, l’editrice si è rivolta a Bank of America Corp e allo studio legale Sidley Austin LLP per ricevere consigli su come gestire una potenziale sfida interna.

Leggi anche
Diversificare diventando un’abitudine quotidiana. La chiave del successo del Nyt

The post Nyt: il fondo ValueAct al 7%. E chiede un nuovo approccio spingendo sul digitale appeared first on Primaonline.

Lascia un commento